de fr it

Hautle

Fam. di Appenzello Interno (Rhode di Rüte), dal tardo ME appartenente al ceto dirigente, menz. per la prima volta nel 1400 (Hoptle, in seguito anche Hopti e Hauptli). Gli H. furono cittadini di Appenzello e San Gallo (1400), e per un breve periodo anche di Berneck (attorno al 1469/70). Esponenti della fam. ricoprirono a più riprese importanti cariche, spec. in ambito politico: Konrad (dopo il 1481) fu usciere cant. e Landamano, Johann (1628-1709) amministratore della parrocchia, un secondo Johann (1643-1723) alfiere e un terzo Johann (dopo il 1751) intendente dell'arsenale. Tra il XVIII e il XX sec. la fam. annoverò tra le proprie file diversi esponenti dell'élite politica ed economica. L'ascesa della fam. toccò un primo apice con Johann Nepomuk (->), medico e letterato, il cui figlio omonimo (->) fu il primo Consigliere nazionale di Appenzello Interno. Joseph Albert (->) fece parte del governo, mentre Gustav Adolf Albert (->) fu giurista e fabbricante di prodotti tessili.

Riferimenti bibliografici

  • AUB, 1-2
  • AWG
  • AppGesch., 3