de fr it

Rusch

Fam. appenzellese (Rhode di Lehn), probabilmente originaria della valle del Reno, del Vorarlberg o della Prettigovia. Menz. la prima volta nel 1378, in origine il nome era diffuso anche nelle varianti Rösch, Ruesch, Ruosch o Rüsch, mentre all'inizio del XXI sec. era unicamente in uso la forma R. Nel cant. Appenzello Interno la fam. disponeva di grandi possedimenti a Lehn, e più tardi anche a Steig. Dopo il matrimonio di Johann Baptist Gregor (1779-1813) con Anna Maria Manser (1776-1838), figlia di Joseph Anton Maria (1754-1813), Landamano e maestro candeggiatore, dal 1803 alla metà del XX sec. la tenuta di Bleiche fu la residenza originaria del ramo dei Landamani di Appenzello Interno. Hans (menz. 1555-1608), membro del Piccolo e del Gran Consiglio e capitano della Rhode di Lehn, è considerato il primo esponente certo della fam. Il suo abiatico, Ulrich (1628-1696), è documentato come chirurgo, alchimista, capitano di Rhode e Consigliere. Johann Baptist Gregor (->) fu Landamano e inviato alla Dieta fed. Anche i tre figli del Landamano Johann Baptist Floridus (->) - Johann Baptist Emil (->), Josef Anton Alois (->) e Anton Albert (->) - e due dei suoi abiatici - Carl (->), figlio di Johann Baptist Emil, e Albert Alois (->), figlio di Josef Anton Alois - furono Landamani. Il figlio omonimo (1918-2004) di Carl, giurista e giudice cant. (1950-54), pubblicò lavori sulla storia della fam., del diritto e del cant. e inventari di gioielli tradizionali e di cartoline illustrate. Suo fratello Gerold (1920-2009), medico, fu autore di un catalogo illustrato della stampa d'arte di Appenzello Interno e donò al Museo di Appenzello la sua vasta collezione grafica. Josef Anton (1842-1880), direttore della Banca cant. ticinese (1873-75) e più tardi direttore di banca a Bergamo, e Theodor (1871-1926), cappellano ad Appenzello (1899-1920) e primo ispettore scolastico cant. di Appenzello Interno (1902-20), discesero dal ramo dei Dörni. Il giornalista Johann Baptist (->), esponente del ramo degli Steubli, dal 1918 curò la pubblicazione del periodico Schweizerische Republikanische Blätter e fu autore di numerose opere letterarie e storiche.

Riferimenti bibliografici

  • AWG, 265-268
  • C. Rusch-Hälg, Herkommen und Geschichte der appenzell-innerrhodischen Familie Rusch, 1971