de fr it

Rodt

Fam. di Consiglieri della città di Berna. La grafia R. fu adottata in maniera sistematica solo dal XVII sec., la particella nobiliare dal 1786. Cittadini denominati Rott o Roth sono attestati a Berna dal XIV sec., dal XV sec. anche quali membri del Gran Consiglio. Benedikt Roth (1552) entrò nel Piccolo Consiglio nel 1534. La genealogia diretta è documentabile da Martin Rott (1618), cancelliere del Consiglio nel 1593. Anche nel XVII e XVIII sec. la fam. annoverò cancellieri e membri del Gran Consiglio, balivi e, con Emanuel (1655-1728), un altro membro del Piccolo Consiglio. In ambito religioso vanno menz. Niklaus (1650-1726) e Karl (->), banditi da Berna quali pietisti nel 1699 risp. 1829, e Rudolf (1814-1843), attivo come missionario in India. Si sono fatti un nome come storici Bernhard Emanuel (->) e il suo abiatico Eduard (->). La sorella di quest'ultimo, Cécile (1855-1929), fu autrice di racconti di viaggio sull'Asia, gli Stati Uniti e l'Oriente. Il figlio di Eduard, Bernhard (1892-1970), fu architetto e autore delle genealogie delle fam. patrizie di Berna. In Svizzera la fam. si è estinta in linea maschile; in Cile all'inizio del XXI sec. vivevano discendenti di Alfred (->).

Riferimenti bibliografici

  • Schweiz. Geschlechterbuch, 2, 441-447; 6, 592 sg.
  • von Rodt, Genealogien, 4, 287-305