de fr it

Tillier

Fam. del patriziato cittadino di Berna, probabilmente originaria di Gerlafingen, eventualmente dalla Francia. Nel 1415 acquisì la cittadinanza di Berna e dal 1445 fu rappresentata nel Gran Consiglio. Dal XV al XIX sec. la fam. annoverò numerosi membri del Grande e del Piccolo Consiglio, balivi, tra cui Abraham (->), Johann Anton (->), Johann Anton (->), Johann Anton (->), Johann Rudolf (->) e Johann Rudolf (->), ufficiali di alto grado (spec. al servizio di Francia e Austria) e uno scoltetto (Johann Anton, ->). Nel 1854 il casato si estinse con Johann Anton (->), storico. Alcuni esponenti del ramo di Johann Anton (->) e Johann Franz (->), titolari delle più alte cariche pubbliche al servizio dell'imperatore Carlo VI e dell'imperatrice Maria Teresa, furono nobilitati e si convertirono al cattolicesimo. Durante l'Elvetica Anton Ludwig (->), discostandosi dalla tradizione fam., divenne prefetto. Per varie generazioni i T. furono proprietari del castello di Bümpliz e delle tenute di campagna di Rörswil (com. Ostermundigen) e Neuhaus presso Münsingen.

Riferimenti bibliografici

  • P. de Vallière, Honneur et fidélité, 19402, 230, 436, 472, 570, 594
  • von Rodt, Genealogien, 5, 266-284
Scheda informativa
Variante/i
von Tillier