de fr it

Weyermann

Fam. della città di Berna ancora esistente all'inizio del XXI sec. Il capostipite Niklaus acquisì la cittadinanza di Berna nel 1475. Il figlio omonimo entrò nel Gran Consiglio nel 1513. Con i figli di quest'ultimo la fam. si divise in due linee. Castor, primo dei W. a sedere nel Piccolo Consiglio (1546), diede origine alla linea cadetta, estintasi nella prima metà del XVIII sec. Anche i fratelli Johann (->) e Glado (->), alfiere risp. scoltetto di Berna, appartennero a questa linea. La fam., che era legata all'industria del metallo, in seguito fu esclusa dal governo. Alcuni esponenti della linea più antica entrarono nel servizio mercenario, altri occuparono posti subalterni di cancelleria. Nel XIX e XX sec. i W. annoverarono teologi, ingegneri e giuristi. Albrecht (->) fu Consigliere nazionale, Edwin (->) giudice fed.

Riferimenti bibliografici

  • von Rodt, Genealogien, 6, 161-174