de fr it

Leissler

Fam. del patriziato cittadino di Basilea. Franz (1644-1712), il capostipite, era originario di Bockenheim presso Francoforte sul Meno e nel 1658 entrò in una casa commerciale basilese. Nel 1675 acquistò la cittadinanza basilese e fondò, insieme a due soci, l'impresa commerciale Mitz, Sarasin & Leissler, attiva pure in affari bancari su vasta scala. Dopo la sua morte la soc., rinominata più volte, venne diretta da suo figlio Achilles (1680-1737) e poi, fino al 1777, dal figlio omonimo di quest'ultimo (->), ultimo esponente della fam. I L. detennero anche cariche pubbliche, come Franz, direttore della Camera di commercio (1690-1711), suo figlio, deputato al Gran Consiglio basilese (dal 1714), e l'abiatico, il secondo Achilles menz., Consigliere (1757) e maestro a capo delle corporazioni (1768).

Riferimenti bibliografici

  • P. L. Ganz, Die Sandgrube, 1961, 11-24
  • N. Röthlin, Die Basler Handelspolitik und deren Träger in der zweiten Hälfte des 17. und im 18. Jahrhundert, 1986, 16, 365 sg.
  • G. Leisler-Kilian, Chronik der Familie Leisler, a cura di E. Kolb, 1997 (presso StABS)