de fr it

Raillard

Fam. di rifugiati della Lorena. I figli maschi prot. di Jean (1497-1570), balivo di Epinal (Vosgi), si trasferirono a Sainte-Marie-aux-Mines (Alsazia) e i loro abiatici sposarono donne di Basilea. Un pronipote di Jean, Peter (1618-1690), commerciante, acquisì la cittadinanza di Basilea (1641) e divenne membro del Gran Consiglio (1678). Suo figlio Peter (1647-1714) fu il primo R. a compiere studi univ.; divenne giudice supremo ed entrò nel governo basilese (1699). Suo nipote Jeremias (1691-1744), dottore in diritto, fu membro del collegio dei deputati. Il figlio omonimo di Jeremias (->) studiò ugualmente diritto, mentre l'altro figlio, Peter (1718-1779), compì studi di teol. Discepolo inquieto di Nikolaus Ludwig von Zinzendorf, fondatore dei Fratelli moravi, fu sospeso dal servizio della Chiesa e in seguito lavorò come editore di giornali. Tra i suoi discendenti vi furono conciatori, funzionari, insegnanti e pastori rif., che per lo più aderirono alla soc. dei Fratelli moravi e spesso vissero nelle comunità ted. di quest'ultima.

Riferimenti bibliografici

  • Schweiz. Geschlechterbuch, 6, 548-554
  • Matrikel Basel, 3, 4