de fr it

Werthemann

Fam. della città di Basilea, originaria di Piuro nella valle Bregaglia e attiva nelle spedizioni. Il suo nome it. Vertemate fu germanizzato nel XVII sec. Esponenti della fam. vissero anche a Genova, Norimberga, Anversa e Vienna. Achilles (1552-1608), capostipite della linea basilese, lasciò Piuro nel 1583, fu spedizioniere e commerciante di panni a Basilea (prima del 1586), dove acquisì la cittadinanza (1587) e venne ammesso nella corporazione dello Zafferano (1592). I suoi discendenti furono attivi nell'industria dei nastri di seta, nel commercio, tra l'altro di prodotti serici, calze, spezie e coloranti, e come banchieri. Dal XVII sec. diversi W. fecero parte del Grande e del Piccolo Consiglio. Nel 1717 Peter (1671-1758) acquisì il castello di Wildenstein, che nel 1792 passò per via ereditaria alla fam. Vischer. Nel 1794-1811 Hans Franz (1763-1816) gestì una manifattura di indiane nella Piccola Basilea. I discendenti di Achilles (1665-1731), fratello di Peter, nel 1736 entrarono in possesso della tenuta Schwengi ob Langenbruck e ancora all'inizio del XXI sec. vivevano a Basilea.

Riferimenti bibliografici

  • StABS
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 3, 534-537
  • H. Joneli, Die Firma Achilles Werthemann's Erben und Johannes De Bary, 1925
  • A. K. Meyer-Werthemann, Die Familie Werthemann in Basel, 1973
  • H. Werthemann, Die Familienbriefe aus dem Werthemann-Archiv, 3 voll., 1995