de fr it

Kernfamiglia

Fam. di Consiglieri basilesi il cui capostipite, Elias (1625-1717), bottaio, di Ottensheim presso Linz, acquisì la cittadinanza di Basilea nel 1650 ed entrò nel Gran Consiglio nel 1676. Fino alla seconda metà del XVIII sec. i K. furono attivi soprattutto quali bottai e fornai. Johann Philipp (1683-1769), fornaio, abiatico di Elias, fu il primo membro della fam. ad accedere al Piccolo Consiglio (1723) e al Consiglio dei Tredici (1753). Dalla fine del XVIII all'inizio del XX sec. numerosi K. furono fabbricanti di nastri di seta. Nel 1797 Johann Jacob (1752-1831) divenne socio della fabbrica di seta e filatura di cascami di suo suocero, Bernhard Faesch, nella quale in seguito entrò anche Emanuel (1795-1836), suo figlio minore. La ditta Burckhardt & Kern, fondata nel 1836 da Elias (1795-1871) e Johannes Burckhardt-Roth, ebbe un'importanza maggiore. Dal 1842 Elias proseguì la fabbricazione di nastri insieme a suo figlio Nikolaus Friedrich (->) sotto la ragione sociale Kern & Sohn. All'impresa si associarono nel 1844 e nel 1851 anche i due figli più giovani, August (1820-1908) ed Eduard (1827-79). Dopo il 1845 la produzione fu trasferita progressivamente nella regione di Säckingen. Denominata Kern Sohn & Cie dal 1892, l'azienda, gestita da August, dai suoi figli Emil A. (1851-1910) e Alfons (1854-1918) e da Friedrich (1846-1937), figlio di Nikolaus Friedrich, diede origine nel 1899 alla nuova Gesellschaft für Bandfabrikation, con sede a Basilea. Alcuni membri della fam. rivestirono anche cariche pubbliche. Elias, fabbricante di nastri, fu membro del Piccolo Consiglio (1833-47) e del municipio (1848-65) di Basilea; Nikolaus Friedrich, suo figlio, fu membro del Gran Consiglio e colonnello fed. (1857).

Riferimenti bibliografici

  • A. Kern, Chronik der Familie Kern in Basel, 1908
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 2, 265-275
  • E. Gruner, C. Gruner, Deszendenztafel von Eduard Kern, 1982