de fr it

LandoltGL

Fam. glaronese, i cui membri risultano attestati per la prima volta nel XIII e XIV sec. quali garanti per il convento di Säckingen. Come luoghi di origine vengono menz. prevalentemente Glarona e Näfels (quest'ultimo risulta quello probabile). Un ramo della fam. si stabilì a Zurigo. I L. furono tra l'altro contadini e artigiani, e, in età moderna, acc., funzionari e insegnanti. Esponenti della fam. ricoprirono numerose cariche cant. (dal XVI sec., nel XIX-XX sec. anche quelle più importanti). In veste di tesorieri cant., molti di loro fecero parte del governo cant. (Schrankenherren, come Ulrich (->), Johann Baptist (1712-1767), capitano generale, e Kaspar Alois an der Burg (1767-1847), Consigliere e inviato alla Dieta fed. Hans (1504-06, 1508-10) e Heinrich (1632-34) furono balivi a Uznach, mentre Jakob (considerato il capostipite degli odierni L.) fu attivo a Werdenberg (dal 1544) e Lugano (1551). Il cancelliere Matthäus nel 1578 è attestato quale balivo di Mendrisio; Kaspar Fridolin dal 1770 fu a capo del baliaggio del Gaster. Fridolin Josef (->) fu giudice del tribunale d'appello, suo fratello Justus (->) monaco nel convento di Einsiedeln. Franz (->) nel 1942 fu il primo socialista a essere eletto nel Consiglio di Stato glaronese; nel 1954 Fritz (->) fu il secondo esponente della fam. a entrare nel governo cant.

Riferimenti bibliografici

  • F. Stucki, 50 alte Glarner Familien, 1989, 52 sg.