de fr it

AntonEnder

17.7.1898 Blaichach (Algovia), 27.9.1984 Vaduz, catt., di Eschen (FL). Tredicesimo figlio di Jakob e di Anna Vogler. (1954) Lydia Gfeller. Nel 1910 la fam. si trasferì a Feldkirch; fra il 1914 e il 1918 E. svolse un apprendistato di pittore decoratore. Nel 1931 entrò nella scuola di arti applicate di Berna, dal 1938 proseguì gli studi a Monaco, Parigi, Firenze e Roma. Nel 1941 fu cofondatore e primo pres. dell'Ass. sviz. degli artisti a Berna, dove diresse una scuola di pittura dal 1943 al 1958. Nella sua opera pittorica, costituita in prevalenza da dipinti figurativi a olio (paesaggi, ritratti, nature morte e composizioni di figura), si avverte inizialmente il forte influsso di Cuno Amiet; in seguito E. sviluppò uno stile personale. Nel 1959 si trasferì a Vaduz, dove fondò una scuola di pittura. E. partecipò a numerose esposizioni, in Svizzera e all'estero.

Riferimenti bibliografici

  • A. Ender, ein Liechtensteiner Maler des 20. Jahrhunderts, 1981
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 17.7.1898 ✝︎ 27.9.1984

Suggerimento di citazione

Wanger, Harald: "Ender, Anton", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 16.08.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/021111/2004-08-16/, consultato il 24.11.2020.