de fr it

WilhelmBeck

26.3.1885 Triesenberg (FL), 20.1.1936 Walenstadt, catt., di Triesenberg. Figlio di Wilhelm, contadino e stuccatore, e di Karolina Schädler. (1921) Anna Maria Bürke, insegnante, di Wittenbach. Studiò diritto a Zurigo e a Monaco e conseguì il dottorato nel 1911. Dal 1912 al 1918 lavorò presso studi legali a Flums e a San Gallo, avviandone uno proprio a Vaduz dal 1914; dal 1919 si occupò anche di amministrazione fiduciaria. Nel 1918 fu tra i fondatori del partito popolare cristiano-sociale. Membro (1914-28, 1932-34) e pres. (1922-28) del parlamento del Liechtenstein, nel 1918-19 fece parte del governo; fu inoltre vicepres. della Corte costituzionale (1925-30). Dal 1914 al 1935 fu editore del giornale Oberrheinische Nachrichten (in seguito denominato Liechtensteiner Nachrichten). B. ebbe un influsso determinante sulla decisione che portò allo scioglimento del trattato doganale con l'Austria (1919), sulla Costituzione del 1921, sull'accordo doganale con la Svizzera (1923-24) e sulla legislazione del Liechtenstein. Pres. del consiglio di amministrazione della Cassa di risparmio del principato del Liechtenstein dal 1923, nel 1928 dovette assumersi la responsabilità politica per lo scandalo in cui fu coinvolto l'ist. di credito e quindi dimettersi.

Riferimenti bibliografici

  • Vaterländische Union: Die Schlossabmachungen vom September 1920, 1996
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 26.3.1885 ✝︎ 20.1.1936