de fr it

NiklausHalter

dopo il 1545, catt., di Lungern. 1) Elsbeth Omlin; 2) Verena Bläsi (non è certo quale delle due sia stata la prima moglie). Beneficiò di pensioni pontificie (1510 e 1518) e tra il 1517 e il 1529 fu per ca. 35 volte inviato alla Dieta fed. Per il cant. Obvaldo fu balivo nella val d'Ossola (1513), carica che ricoprì anche a Neuchâtel (1520-22), dove ottenne che i cittadini potessero nominare un Gran Consiglio. Nel 1521 fece parte della delegazione inviata dai cant. sviz. a Parigi presso re Francesco I. Menz. nel 1522 come Consigliere, fu Landamano di Obvaldo (1523, 1527, 1531, 1534, 1538 e 1542) e inviato di Obvaldo alla Disputa teol. di Baden (1526).

Riferimenti bibliografici

  • E. Omlin, Die Landammänner des Standes Obwalden und ihre Wappen, 1966, 109 sg.
  • R. Küchler, «Das Protokoll des Fünfzehnergerichts Obwalden 1529-1549», in Gfr., 146, 1993, 151-390; 147, 1994, 93-337