de fr it

JohannZentriegen

ca. 1475 Bürchen, 1541 Raron, di Raron. Figlio di Rudolf, castellano di Raron per il visdomino di Sion. una donna non nota. Scolaro nel 1490 (menz. quale testimone), nel 1496 si immatricolò all'Univ. di Colonia. Dal 1500 fu attivo come notaio a Raron. Nel 1503 rappresentò per la prima volta la decania di Raron alla Dieta vallesana. Detentore della carica di fiscale vescovile in quanto sostenitore del vescovo Matthäus Schiner (ca. 1510), in nome di quest'ultimo si rivolse contro Georg Supersaxo. Dopo il 1515 si avvicinò tuttavia al partito di Supersaxo e fu perciò scomunicato su iniziativa di Schiner. Nel 1521 divenne gran balivo e rinnovò lo stesso anno l'alleanza con la Francia. Fu balivo del basso Vallese (nid der Mors, 1530-32) e nuovamente gran balivo (1536-37). Durante il secondo mandato Monthey ed Evian furono occupate. Nel 1537 Z. fece costruire a Raron la casa a forma di torre Zentriegenhaus.

Riferimenti bibliografici

  • von Roten, Landeshauptmänner, 144-149

Suggerimento di citazione

Truffer, Bernard: "Zentriegen, Johann", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/021473/2014-02-10/, consultato il 24.10.2020.