de fr it

PeterLuder

ca. 1415 Kislau (presso Spira), 1472 Vienna. Iscritto all'Università di Heidelberg dal 1430 e considerato "indigente", nel 1434 si sottrasse ai metodi scolastici di insegnamento dell'ateneo per avvicinarsi, in Italia (in particolare presso Guarino da Verona) e durante diversi viaggi, al primo Umanesimo. Dal 1456 insegnò materie umanistiche all'Università di Heidelberg e poi, conclusi gli studi di medicina a Padova, poesia (lingua e letteratura latina, retorica, metrica) e medicina all'Università di Basilea (1464-68). Con Werner Wölfflin elaborò i primi statuti della facoltà di medicina e gli succedette quale medico cittadino (1465-67), redigendo tra l'altro perizie sulla lebbra. L'importanza della figura di L., incline alla lite e spesso in difficoltà finanziarie, non risiede tanto nella sua modesta opera scritta (discorsi, lezioni universitarie, lettere, poesie), quanto negli ideali umanistici che trasmise ad allievi come Heinrich von Gundelfingen a Heidelberg o Albrecht von Bonstetten a Basilea.

Riferimenti bibliografici

  • Matrikel Basel, 1, 45
  • LexMA, 5, 2165 sg.
  • R. Kettemann, «P. Luder (um 1415-1472)», in Humanismus im deutschen Südwesten, a cura di P. G. Schmidt, 1993, 13-34
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1415 ✝︎ 1472