de fr it

LudwigOechslin

ca. 1500 a Sciaffusa (?), 6.3.1569 Sciaffusa (?), di Sciaffusa. 1) (1526) Margaretha Mäder, vedova di Jakob Harder; 2) una donna non nota. Entrò nel monastero di Allerheiligen a Sciaffusa. Nel 1519-20 studiò a Cracovia presso Rudolf Agricola, che lo citò nelle sue lettere a Vadiano e gli prestò aiuto nei periodi di difficoltà finanziarie. In seguito soggiornò a Wittenberg, dove il 12.11.1520 fu immatricolato, insieme a Matthäus Peyer im Hof, all'Università. Stando alla corrispondenza di Agricola, O. assistette il 10.12.1520 al rogo della bolla papale che minacciò di scomunica Martin Lutero. Nel 1521 conseguì il dottorato a Wittenberg. O. divenne uno dei primi seguaci di Lutero e di Ulrich Zwingli e fu in contatto con Heinrich Bullinger. Dopo il suo ritorno a Sciaffusa, fu insegnante nella scuola latina (1523) e rettore della nuova scuola latina (1525-30). Inviato di Sciaffusa, nel 1526 prese parte, con Heinrich Linggi, alla Disputa di Baden. Prevosto a Wagenhausen (1543-52), in seguito fu di nuovo attivo in ambito secolare quale maestro della corporazione dei pescatori, membro del Consiglio segreto e responsabile delle scuole. A quattro riprese fu inviato alla Dieta federale. Con gli emissari delle altre tre città riformate (Basilea, Berna, Zurigo), nel 1558 si recò presso Enrico II, re di Francia, per protestare contro la persecuzione degli ugonotti. Nel 1559 fu balivo di Schleitheim e Beggingen.

Riferimenti bibliografici

  • E. Arbenz, H. Wartmann (a cura di), Die Vadianische Briefsammlung der Stadtbibliothek St. Gallen, 1890-1913
  • H. Bullinger, Briefe des Jahres 1535, a cura di H. U. Bächtold et al., 1992
  • J. Wipf, Reformationsgeschichte der Stadt und Landschaft Schaffhausen, 1929
Link
Controllo di autorità
GND