de fr it

PankrazVorster

31.7.1753 Napoli, 9.7.1829 Muri (AG), catt., di Wil (SG) e Bütschwil. Figlio di Joseph Zacharias, capitano al servizio del regno di Napoli, e di Anna Maria Rosa Berni, contessa. Istruitosi da ragazzo presso Johann Thomas V., suo parente e parroco a Wittenbach e Grub (SG), professò i voti nell'abbazia benedettina di San Gallo (1771) e fu ordinato sacerdote (1777). Tra i capi dei monaci che si opposero al principe abate Beda Angehrn, nel 1788 venne trasferito da quest'ultimo a Ebringen in Brisgovia, proprietà esterna dell'abbazia. Nel 1796 fu eletto principe abate di San Gallo. Non essendo riuscito a sopprimere i moti rivoluzionari nel principato abbaziale, perse la signoria territoriale nel febbraio del 1798 e trovò poi rifugio, per vie traverse, a Vienna. Quando nella primavera del 1799 le truppe austriache cacciarono i Francesi dalla Svizzera orientale, ritornò all'abbazia e cercò di ristabilire l'antica sovranità. Tuttavia, quando dopo soli quattro mesi le truppe rivoluzionarie franc. ripresero il sopravvento, V. fu nuovamente costretto a fuggire. Per anni tentò invano di ripristinare il principato abbaziale, mentre il suo antagonista Karl Müller-Friedberg, che fino al 1798 era stato un alto funzionario del principato abbaziale, con l'appoggio franc. perseguì tenacemente la creazione del nuovo cant. di San Gallo. Nel maggio del 1805 il Gran Consiglio sangallese decise la soppressione dell'abbazia. Lasciato solo con le sue rivendicazioni, fu deluso anche dal congresso di Vienna, che comunque gli assegnò una cospicua pensione. Dal 1819 fino alla morte visse nel convento di Muri. La ricerca imputa principalmente a V. e al suo risoluto rifiuto di rinunciare alla signoria territoriale la fine dell'abbazia, anche come comunità religiosa.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso Archivio dell'abbazia di San Gallo
  • A. Meier, Abt P. Vorster und die Aufhebung der Fürstabtei St. Gallen, 1954
  • HS, III/1, 1230-1232, 1348-1350
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF