de fr it

MichaelSaxer

ca. 1567 Sargans, 30.12.1640 Pfäfers, catt. Barone (1613). A Pfäfers professò i voti (1587 ca.), fu ordinato sacerdote (1593) e, il 12.5.1600, fu nominato abate. Si oppose ostinatamente alla tutela dell'abbazia da parte dei cant. protettori e lottò per il riconoscimento dei diritti signorili abbaziali in ambito temporale. Nel 1602 aderì alla congregazione benedettina sviz., fondata nello stesso anno. Non realizzò la necessaria riforma interna della comunità e condusse uno stile di vita troppo secolare; di conseguenza, nel 1623, la congregazione affidò la riforma dell'abbazia ad Augustin Stöcklin (padre di Muri) e a Jodok Hösli (monaco di Pfäfers). Rimasto solo nominalmente abate, si dimise nel luglio del 1626. Rimase nell'abbazia fino alla morte, sopravvivendo di oltre tre anni al successore, il già cit. Hösli.

Riferimenti bibliografici

  • HS, III/1, 1023 sg.
  • W. Vogler, Das Ringen um die Reform und Restauration der Fürstabtei Pfävers 1549-1637, 1972, 46-98