de fr it

Guler von Wyneck

Fam. di nobili e funzionari pubblici di Davos, più tardi stabilitasi anche a Malans e a Coira. La data di arrivo a Davos e l'origine sono sconosciute. Nella Rhetische Cronica di Fortunat Sprecher von Bernegg è menz. un Lucas G., capitano degli ab. di Davos nel 1322, che sembra abbia combattuto in quella funzione al fianco degli ab. di Vaz in una faida contro il vescovo di Coira. Il nome della fam. tuttavia non appare in un elenco delle fam. di Davos della metà del XV sec. Si dispone di una genealogia completa a partire da Peter, che secondo Hans Ardüser fu uno dei comandanti delle truppe della Lega delle Dieci Giurisdizioni nella battaglia della Calven (1499). Suo figlio Hans (->) fu nel 1536 il primo esponente della fam. a ricoprire la carica di Landamano di Davos e, contemporaneamente, della Lega delle Dieci Giurisdizioni. I G. detennero questa carica fino al 1621, durante almeno 28 anni, fra l'altro con Johann Peter (->) e Peter (->); successivamente non compaiono più negli elenchi dei Landamani della Lega, così come non figurano più membri della fam. tra i Landamani di Davos, il cui nome è noto dopo la cosiddetta sentenza di Waser (1644), che proibì il cumulo delle due cariche.

Il Landamano della Lega delle Dieci Giurisdizioni e cronista Johannes Guler von Wyneck all'età di 69 anni; ritratto a olio realizzato nel 1631 da un artista sconosciuto (Museo retico, Coira).
Il Landamano della Lega delle Dieci Giurisdizioni e cronista Johannes Guler von Wyneck all'età di 69 anni; ritratto a olio realizzato nel 1631 da un artista sconosciuto (Museo retico, Coira).

Il già cit. Hans fu il primo esponente dei G. a detenere una carica in Valtellina (1531). Nel corso del XVI sec. i G. ebbero funzioni pubbliche in quella regione ancora quattro volte, l'ultima nel 1569. Nel 1550 la corte austriaca conferì il titolo nobiliare alla fam. Diversi G. furono ufficiali al servizio straniero nel XVI e XVII sec., soprattutto per Venezia e la Francia. La fam. conobbe il suo momento di massima influenza politica e socio-economica con Johannes (->), uomo di Stato, ufficiale e cronista, che affiancò al suo il nome del piccolo castello di Wynegg (Wyneck, Weineck) sopra Malans, acquisito per via matrimoniale. La proprietà di Wynegg rimase la residenza della fam. fino alla seconda metà del XVIII sec. Uniti nel XVI e XVII sec. per matrimonio con i Buol, Gugelberg von Moos, von Salis e von Sprecher, i G. ebbero legami anche con i von Castelmur, von Harmannis, Menhardt, Ott, von Planta, Schmid von Grüneck, la fam. di Consiglieri Meyer di Coira e quella zurighese dei Rahn.

Riferimenti bibliografici

  • A. Mooser, «Die Guler von Wyneck», in BM, 1934, 129-152, 161-184
Link
Altri link
e-LIR