de fr it

BertelThorvaldsen

Il monumento del Leone morente di Lucerna, dedicato alle Guardie svizzere cadute il 10.8.1792 alle Tuileries, situato a fianco del Giardino dei ghiacciai a Lucerna. Veduta realizzata da Photochrom Zürich, 1900 ca. (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv).
Il monumento del Leone morente di Lucerna, dedicato alle Guardie svizzere cadute il 10.8.1792 alle Tuileries, situato a fianco del Giardino dei ghiacciai a Lucerna. Veduta realizzata da Photochrom Zürich, 1900 ca. (Zentralbibliothek Zürich, Graphische Sammlung und Fotoarchiv).

19.11.1770 Copenaghen, 24.3.1844 Copenaghen, prot., cittadino islandese. Figlio di Gotskalk, scultore in legno, e di Karen Grönlund. Celibe. Cresciuto in condizioni modeste, nel 1781 ricevette le prime lezioni alla Libera Acc. reale danese di belle arti, dove in seguito fu allievo dello scultore Johannes Wiedewelt e del pittore Nikolai Abildgaard. Nel 1793 vinse la gran medaglia d'oro dell'Acc. e nel 1797 una borsa per un soggiorno di studio a Roma, dove si affermò come l'esponente di maggior successo del classicismo con Giasone (1803-05), la sua opera principale. Accanto a numerosi ritratti, gruppi di genere e dipinti di figure mitologiche, nel suo atelier furono realizzati molti dei primi monumenti nazionali. Attorno al 1830 quest'ultimo impiegava più di 30 persone, fra cui, come allievi, scultori svizzeroted. quali Heinrich Max Imhof, Johann Jakob Oechslin, Franz Kaiser e Raphael Christen. Nel 1818 Karl Pfyffer, consigliato e sostenuto dallo scultore Heinrich Keller e dallo scoltetto lucernese Vinzenz Rüttimann, convinse T. a creare un monumento dedicato ai membri della Guardia sviz. caduti nel 1792 durante il massacro delle Tuileries. Nel 1819 giunse a Lucerna il modello in gesso del leone ferito che difende l'insegna franc. anche in punto di morte. Lukas Ahorn lo scolpì - ca. cinque volte più grande che in natura - direttamente nella parete di un'ex cava di pietra, che T. aveva ispezionato nel 1819. T. vide il monumento finito del Leone di Lucerna solo nel 1841, durante uno dei suoi ultimi viaggi.

Riferimenti bibliografici

  • J. M. Thiele, Thorvaldsen's Leben, 3 voll., 1852-1856
  • B. Wyss, Löwendenkmal in Luzern, 1977
  • H. Tesan, Thorvaldsen und seine Bildhauerschule in Rom, 1998
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 19.11.1770 ✝︎ 24.3.1844