de fr it

LouisDucros

Le cascate di Terni. Acquerello, 1785 ca. (Musée cantonal des Beaux-Arts de Lausanne; Fotografie Jean-Claude Ducret).
Le cascate di Terni. Acquerello, 1785 ca. (Musée cantonal des Beaux-Arts de Lausanne; Fotografie Jean-Claude Ducret). […]

21.7.1748 (Abraham Louis Rodolphe) Moudon, 18.2.1810 Losanna, rif., di Yverdon. Figlio di Jean-Rodolphe, maestro di calligrafia e disegno, e di Jeanne-Marie Bissat. Frequentò il collegio a Yverdon e, dal 1769, un'Acc. privata di disegno a Ginevra. Viaggiò nelle Fiandre e si trasferì a Roma nel 1776. Nel 1778 compì un periplo di quattro mesi nell'Italia meridionale, in Sicilia e a Malta per accompagnare alcuni gentiluomini olandesi (300 suoi acquerelli si trovano oggi al Rijksmuseum di Amsterdam). Nel 1779 aprì un atelier a Roma; si specializzò nei paesaggi all'acquerello e si associò con l'incisore italiano Giovanni Volpato per produrre e diffondere vedute pittoresche di Roma e dei dintorni incise all'acquaforte e colorate a mano. Lavorò per papa Pio VI e vendette ai ricchi turisti di passaggio a Roma i suoi paesaggi, oggi conservati in castelli e musei svedesi, inglesi e russi. Sospettatto di giacobinismo, venne cacciato da Roma nel 1793. Si rifugiò negli Abruzzi dipingendo i primi paesaggi conosciuti di quella regione. Nel 1794 si stabilì a Napoli dove realizzò numerosi acquerelli raffiguranti il Vesuvio e le antiche rovine della Campania. A Malta con le truppe inglesi nel 1800-01, dipinse vedute topografiche di La Valletta. Tornato in Svizzera nel 1807, tentò a varie riprese ma senza buon esito di fondare una scuola di disegno a Losanna. Membro onorario della Soc. delle arti di Ginevra, D. espose le sue opere a Berna grazie al sostegno di Sigmund Wagner. Nel settembre del 1809, qualche mese prima della sua morte, fu nominato professore di pittura all'Acc. di Berna. Le opere provenienti dal suo studio, acquistate dal cant. Vaud nel 1816, costituirono il nucleo originario del Museo cant. di belle arti di Losanna. Considerato un precursore di William Turner, ebbe un ruolo essenziale, quale esponente del preromanticismo, nell'affermazione dell'acquerello come genere autonomo.

Riferimenti bibliografici

  • Ducros 1748-1810, cat. mostra Roma, 1987 (con bibl.)
  • DBI, 41, 762-764
  • DBAS, 278 sg.
  • A.-L.-R. Ducros, cat. mostra Losanna, 1998
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 21.7.1748 ✝︎ 18.2.1810