de fr it

HansSandreuter

11.5.1850 Basilea, 1.6.1901 Riehen, rif., di Basilea. Figlio di Emanuel, commerciante di frutta, e di Sophie Oser. (1894) Marguerite Siegmund. Dopo un apprendistato di litografo a Basilea, soggiornò per due anni in Italia, frequentò poi l'Acc. di belle arti di Monaco di Baviera (1873) e si recò a Firenze (dal 1874), dove ebbe stretti contatti con Arnold Böcklin. Nel 1877 intraprese diversi viaggi, tra l'altro a Parigi, Roma e in Svizzera. Tornato a Basilea (1885), fu incaricato di realizzare otto dipinti murali per la sala della corporazione dei fabbri (1889). Nel 1897 vinse il primo premio del concorso per la decorazione del cortile interno del Museo nazionale sviz. a Zurigo. Progettò e realizzò mobili, stufe e soffitti, in particolare per la sua casa a Riehen, e le pitture su vetro della cupola di Palazzo fed. La sua opera fu fortemente influenzata da Böcklin. I paesaggi di S. si distinguono per un linguaggio figurativo personale. Nel 1899 fu insignito della medaglia d'oro della pinacoteca reale di Dresda.

Riferimenti bibliografici

  • DBAS, 917 sg.
  • Fin de siècle in Basel, cat. mostra Basilea, 2001
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 11.5.1850 ✝︎ 1.6.1901

Suggerimento di citazione

Bhattacharya, Tapan: "Sandreuter, Hans", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 28.10.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022099/2009-10-28/, consultato il 21.10.2020.