de fr it

Cloos

Antico casato originario di Lucerna, documentato per la prima volta nel 1394. Heinrich fu il primo rappresentante della fam. a diventare nel 1489 membro del Gran Consiglio e del Piccolo Consiglio nel 1499. Fino al 1696 i C. ebbero quasi ininterrottamente un rappresentante nel Piccolo Consiglio, e fino al 1712 anche almeno uno nel Gran Consiglio. L'ascesa dei C., come delle altre fam. patrizie lucernesi, è legata ai rapporti di forza intern. del XVI sec. La base economica era costituita da proventi del servizio mercenario, dei diritti di pensioni e di investimenti fondiari (Heinrich ->, Niklaus ->). Il castello di Mauensee divenne proprietà dei C. alla morte di Maria Pfyffer von Altishofen (1641 Karl Hieronymus C., 1657), e venne rivenduto nel 1721. Nel XVII sec. i C. facevano parte delle fam. più potenti del patriziato lucernese. Nel 1670 Hans Christoph ricevette dall'imperatore Leopoldo I un diploma di nobiltà. La fam. si estinse nel 1759, alla morte dell'ultimo discendente, Joseph Leonz, cistercense a Sankt Urban.

Riferimenti bibliografici

  • Viridarium Nobilitatis presso StALU
  • K. Messmer, P. Hoppe, Luzerner Patriziat, 1976