de fr it

Schnyder von Wartensee

Fam. di Consiglieri di Sursee e Lucerna. Secondo la tradizione fam. il capostipite fu probabilmente Werner Sartor, menz. nel 1350 nell'obituario di Sursee. Nel XV e XVI sec. gli S. acquisirono prestigio e ricchezza grazie alla gestione della locanda Zur Sonne a Sursee, al commercio di stoffe e al servizio mercenario. Svolsero un ruolo di primo piano a Sursee, dove dal XV al XVIII sec. annoverarono 23 scoltetti, tra cui Franz Ludwig (->), Heinrich Ludwig (->) e Michael (->). Numerosi esponenti della fam. detennero la redditizia carica di amministratore dei conventi di Sankt Urban e Muri. Nel 1492 Jörg ottenne la cittadinanza di Lucerna, che fu poi sempre rinnovata. Gli S. strinsero legami matrimoniali con le fam. rappresentate nel Piccolo Consiglio lucernese. Solo dopo che Johann Irene ebbe trasferito il domicilio a Lucerna (1673), dove nacque suo figlio Jost Franz Anton (->), quest'ultimo divenne eleggibile al Consiglio e venne eletto nel Grande (1705) e nel Piccolo Consiglio (1712), di cui la fam. fece parte fino al 1798. Anche nel XIX sec. diversi S. ricoprirono cariche politiche, come Jost (->) e Julius (->). Detentori della signoria di Mauensee (1457-1547), dal 1647 fino al 1833 ca. furono anche proprietari del castello e della tenuta di Wartensee (com. Neuenkirch), da cui presero il nome (dal 1649), e dal 1955 del castello di Tannenfels (com. Nottwil).

Riferimenti bibliografici

  • AFam presso StALU
  • T. von Liebenau, Die Familie Schnyder von Wartensee in Sursee und Luzern, 1906
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 1, 516-520; 5, 546-551
  • Historische Ausstellung anlässlich der 700-Jahr-Feier der Stadt Sursee, 1956
  • F. J. Schnyder, «Güterbesitz und Herkommen des Ritters Rudolf von Schauensee und der Rathauser Stifterfamilie Schnyder von Luzern», in HNU, 28/29, 1973/1974, 66-88
  • K. Messmer, P. Hoppe, Luzerner Patriziat, 1976
  • A. Willimann, Sursee - die zweite Kapitale des Kantons Luzern, 2006