de fr it

MarieEllenrieder

20.3.1791 Costanza, 5.6.1863 Costanza, catt., di Costanza. Figlia di Konrad, orologiaio di corte, e di Anna Maria Herrmann. Abiatica di Franz Ludwig Herrmann. Svolse un apprendistato presso il miniaturista Joseph Einsle. Grazie al sostegno del vicario generale di Costanza Ignaz Heinrich von Wessenberg, nel 1813 fu la prima donna ammessa all'Acc. di Monaco. Tra il 1816 e il 1822 soggiornò ripetutamente a Zurigo e Sciaffusa, dove dipinse numerosi ritratti. Come ritrattista, veniva considerata dai suoi contemporanei l'erede di Angelica Kauffmann. Dal 1822 al 1824 trascorse un soggiorno a Roma, dove entrò in contatto con la colonia degli artisti ted. e subì, in particolare, l'influenza dei nazareni. Dopo il suo ritorno realizzò opere di soggetto religioso e varie pale d'altare per chiese della Germania meridionale. Nel 1829 divenne pittrice della corte del Baden; verso il 1834 tornò nuovamente a Costanza. Dal 1838 al 1840 soggiornò una seconda volta a Roma. L'opera di E. è permeata di classicismo e reca l'impronta della sua religiosità. Alcuni schizzi e studi provenienti dal suo lascito sono conservati al Kunsthaus di Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • Angelika Kauffmann - M. Ellenrieder, cat. mostra Costanza, 1992
  • DBAS, 297
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 20.3.1791 ✝︎ 5.6.1863

Suggerimento di citazione

Bhattacharya, Tapan: "Ellenrieder, Marie", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 11.08.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022285/2004-08-11/, consultato il 27.11.2020.