de fr it

FrancisFuret

25.1.1842 (François) Ginevra, 16.3.1919 Ginevra, rif., domicilié, dal 1869 cittadino di Ginevra. Figlio di Claude, cittadino franc., sarto, e di madre ginevrina. Cécile Balland, figlia di Jean-Pierre, commerciante franc. Compì un apprendistato di smaltatore presso Louis-Samuel Rosselet e seguì un corso di pittura da Barthélemy Menn. Allievo prediletto di Menn, fece parte degli Emules (Auguste Baud-Bovy, Edmond Ravel, Hughes Bovy, Léon Gaud). Tenne la sua prima mostra a Ginevra nel 1861. Frequentò il falansterio Bovy a Gruyères, dove incontrò Camille Corot, e condivise con Baud-Bovy un atelier dove si riunivano emigranti famosi come Gustave Courbet, rifugiato politico in Svizzera. Collaborò alla realizzazione delle decorazioni del Grand Théâtre di Ginevra (1879), al diorama della Blümlisalp (1886) e al panorama di Baud-Bovy (1891-92). Ottenne una medaglia all'Esposizione universale di Parigi (1889) e fu insignito della Legion d'onore (1896). Buon paesaggista e animalista, espose a Ginevra fino al 1898.

Riferimenti bibliografici

  • D. Baud-Bovy, «F. Furet», in Pages d'art, novembre 1921
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 25.1.1842 ✝︎ 16.3.1919