de fr it

FerdinandGehr

6.1.1896 Oberuzwil, 10.7.1996 Altstätten, catt., di Uzwil. Figlio di Ferdinand, ricamatore. (1938) Mathilde Mazenauer. Dal 1911 frequentò la scuola del museo di arti e mestieri di Basilea, poi lavorò quale disegnatore nel negozio di ricami Egli a Flawil (1914-18). Allievo di August Wanner alla scuola di arti e mestieri di San Gallo (1919), studiò la tecnica dell'affresco a Firenze (1922-23) e poi fu allievo di André Lhote a Parigi (1923). Nel 1924 poté aprire il suo primo atelier. Dal 1930 eseguì numerose vetrate e pitture su muro per committenti sviz. ed esteri, in particolare per chiese catt. moderne. Alla ricerca dei principi fondanti di "una nuova arte sacra", sviluppò un proprio stile particolare, simbolico e astratto, nell'affrontare le tematiche cristiane, che suscitò consensi ma anche critiche virulente. Gli affreschi nella chiesa di S. Nicolao a Oberwil bei Zug (1957), per esempio, dovettero restare a lungo nascosti al pubblico per le forti proteste. Di considerevole importanza per l'insieme della sua opera sono pure i dipinti floreali e la pittura su vetro; sia nell'arte sacra che nei temi paesaggistici è riconoscibile l'influsso di Paul Cézanne. G. è considerato il più importante pittore d'arte sacra sviz. del XX sec. Nel 1970 l'Univ. di Friburgo gli conferì il dottorato h.c.

Riferimenti bibliografici

  • Plans-fixes, [film], 1991
  • DBAS, 379
  • F. Zelger (a cura di), F. Gehr, 1896-1996, 20012
  • Rheintaler Köpfe, 2004, 166-172
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 6.1.1896 ✝︎ 10.7.1996