de fr it

Wissing

Fam. estinta di Consiglieri di Lucerna, attestata dal 1557, quando Jakob (1579) di Bienne acquisì la cittadinanza di Lucerna. Nel 1582 suo figlio Hans (1639) divenne membro del Gran Consiglio e, come il figlio Gabriel (1633) e l'abiatico Jakob (1643), fu commerciante di tessuti con il titolo di donzello. Jakob fu inoltre comandante di una compagnia al servizio della Spagna e di Milano. La sua morte provocò il fallimento delle imprese commerciali e militari che richiedevano ingenti investimenti di capitali (commercio di tessuti e armi, tra l'altro per conto delle autorità, attività bancarie nel XVI-XVII sec.). Suo figlio, che aveva ereditato il diritto di banca quando era ancora donzello, apprese da autodidatta il mestiere di macellaio, che con il seggio in Consiglio fu trasmesso in eredità da una generazione all'altra fino al 1798, nonostante il declino economico e sociale della fam. Nel 1690 Heinrich Renward (1663-1737) aprì una tipografia in concorrenza con David Hautt e poi divenne tipografo della città (1711) e membro del Gran Consiglio (1728). Suo figlio gli succedette in entrambe le cariche.

Riferimenti bibliografici

  • K. Messmer, P. Hoppe, Luzerner Patriziat, 1976
  • H. Wicki, Bevölkerung und Wirtschaft des Kantons Luzern im 18. Jahrhundert, 1979