de fr it

Anderhalden

Fam. originaria di Obvaldo, attestata dal XV sec. nella parrocchia di Sachseln. Arnold (1413 ca.-dopo il 1488), fratellastro del Landamano Hans Heinzli e amico di gioventù di Nicolao della Flüe, è menz. per la prima volta nel 1442 come rappresentante della parrocchia di Sachseln. Balivo in Turgovia (1470-71), fu spesso delegato alla Dieta fed. tra il 1472 e il 1481 e tesoriere di Obvaldo (1477-78). Dal XVI al XIX sec. i membri della fam., i cui legami genealogici e la cui condizione economica non sono del tutto chiari, ricoprirono con regolarità le cariche di balivo, giudice e Consigliere; Franz fu anche preposto alle costruzioni (1683) e tesoriere (1688) di Obvaldo. La fam. non entrò tuttavia a far parte della ristretta élite di fam. obvaldesi che avevano accesso alla carica di Landamano, nonostante i legami matrimoniali che gli A. strinsero con alcune di queste fam. (ad esempio i von Flüe e i Wirz).

Nel XVI e XVII sec. in quasi tutti i com. della valle di Sarnen sono documentati esponenti di questa fam. In due occasioni (1569 e 1593) un Jakob divenne membro del Freiteil (antico nome della corporazione del villaggio di Sarnen). Balz (nel 1614) e Hans Arnold (nel 1704) furono ammessi a far parte della parrocchia di Giswil; anche il ramo da loro originato si è estinto, così come quello che deriva dal Landamano Johann Franz (->), originario di Sachseln, che nel 1695 divenne parrocchiano di Kerns. Fatta eccezione per Johann Franz, nessun membro della fam. sembra avere avuto ruoli di particolare rilievo sul piano politico o economico; è però possibile che questa impressione derivi dal fatto che gli studi sulla fam. sono molto frammentari.

Particolarmente numerosi sono gli esponenti della fam. che abbracciarono la carriera ecclesiastica, sia quali monaci sia quali preti secolari: tra il XVII e il XIX sec. sono attestati 30 ecclesiastici che portano questo nome. Nel XIII sec. del solo ramo di Sachseln facevano parte un cappuccino e 12 preti secolari, fra cui Johann Andreas (dal 1726 al 1768 direttore di scuola, vicario e parroco a Sachseln) e Franz Meinrad (dal 1731 al 1788 parroco a Kerns); nel XIX sec. questo ramo della fam. annoverava un benedettino e quattro preti secolari. Del ramo di Sarnen, invece, nel XVII sec. facevano parte quattro frati cappuccini e il prete secolare Johann Benedikt (cappellano, vicario e parroco a Sarnen dal 1651 al 1704).

Riferimenti bibliografici

  • A. Küchler, Chronik von Sarnen, 1895, 100 sg.
  • R. Durrer, Bruder Klaus, 1917-1921, 463-465 (rist. 1981)
  • A. Küchler, Chronik von Sachseln, 1952, 77-86
  • E. Omlin, Die Geistlichen Obwaldens vom 13. Jh. bis zur Gegenwart, 1984