de fr it

Chouderier

Fam. di Neuchâtel di cui Peroud Ellurdy (prima del 1353) fu il primo esponente noto. Suo figlio, Jean C. alias Ellurdy, sposò Jeanne, figlia di un esattore di Le Landeron; il secondo figlio, Nicolet, giurato della corte di Neuchâtel, rappresentò i cittadini nel Consiglio istituito nel 1400. Suo nipote Jean gli succedette nella carica e nel 1406 sostenne la rivolta dei cittadini contro il loro signore: fu imprigionato e i suoi beni confiscati. La fam. si estinse con Janne (1478), nipote di Jean, la quale nel 1414 aveva sposato Jakob Stöckli (1462) di Bienne, l'uomo più ricco di quella città. Lei stessa non era sprovvista di mezzi, giacché possedeva a Neuchâtel 20 case, tre cantine e otto giardini.

Riferimenti bibliografici

  • O. Clottu, «L'héritage de Janne Chouderier», in Aar.S, 105, 1991, 190-195