de fr it

Johann JakobMeyer

4.3.1787 Meilen, 3.12.1858 Zurigo, rif., di Zurigo. Figlio di Leonhard, fabbricante di seta e tesoriere, e di Anna Wunderli. (1817) Anna Susanna Nievergelt. Svolse un apprendistato presso il pittore Heinrich Füssli. Nel 1812-13 lavorò a Neuchâtel per la casa editrice Ostervald e risiedette presso il pittore Gabriel Lory. Apprezzato acquerellista, vendette le proprie opere, tra l'altro, a re Federico Guglielmo III di Prussia (1839). Ottenne pure commissioni dalla fam. dello zar (1842). A Zurigo impartì lezioni private di disegno paesaggistico. La produzione di M., costituita soprattutto da vedute dell'Altopiano e delle Alpi sviz., si caratterizza per un certo distacco dalla riproduzione fedele del dato di natura. Le sue opere servirono da modello per numerose incisioni.

Riferimenti bibliografici

  • La strada dello Stelvio nelle immagini disegnate in incise da J. J. Meyer, a cura di M. A. Quadrio Curzio, A. Migliacci, 1992
  • SKL, 2, 397
  • H. Pfenninger, J. J. Meyer, 1987
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 4.3.1787 ✝︎ 3.12.1858

Suggerimento di citazione

Bhattacharya, Tapan: "Meyer, Johann Jakob", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 14.03.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022525/2008-03-14/, consultato il 28.07.2021.