de fr it

Laurent LouisMidart

1733 Metz, 19.7.1800 Basilea, dal 1786 di Riedholz. Figlio di Dominique. Probabilmente celibe. Avvocato presso il parlamento di Metz, nel 1772 fu a Soletta, dove nel 1774 ottenne il permesso di dimora e fu verosimilmente attivo come maestro di lingue. Precettore dei paggi a Porrentruy, alla corte del principe vescovo di Basilea (1775-76), fece poi ritorno a Soletta e si dedicò alle arti. Per la casa editrice di Christian von Mechel tra il 1777 e il 1779 realizzò delle acqueforti con scene che ritraevano le feste organizzate dall'ambasciatore franc. a Soletta nel 1777. Nel 1778 partecipò alla trasformazione dell'antico collegio gesuita in teatro cittadino. Alla fine degli anni 1770-80 dipinse ritratti di personalità solettesi. Fu inoltre autore di sei incisioni sulle battaglie di liberazione dei Conf. (1779-88) e di un rilievo planimetrico del corso dell'Aar tra Olten e Aarau per l'esecutivo di Soletta (dal 1781). Su incarico dell'ambasciatore franc., nel 1782 realizzò l'intero allestimento scenico e l'illuminazione dell'ambasciata in occasione delle festività per la nascita del delfino. Dipinse inoltre delle vedute della città di Soletta.

Riferimenti bibliografici

  • DBAS, 728 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 1733 ✝︎ 19.7.1800

Suggerimento di citazione

Tapan, Bhattacharya: "Midart, Laurent Louis", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 13.01.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022529/2011-01-13/, consultato il 18.09.2020.