de fr it

OttoMünch

23.10.1885 Meissen (Sassonia), 26.1.1965 Zurigo, evangelico-luterano, cittadino ted., dal 1923 di Zurigo. Figlio di Ernst Friedrich Wilhelm, aiuto postino, e di Therese Agnes Becker. (1912) Maria Helene Winkel. Dopo un apprendistato di scultore in legno a Meissen (1900-04), fino al 1907 si formò come stuccatore e scultore e dal 1907 al 1911 frequentò la scuola di arti applicate di Dresda. Nel 1911 si trasferì a Zurigo. Dal 1913 al 1945 diresse insieme alla moglie una scuola di scultura e arti applicate. Nel ventennio 1910-30 progettò stucchi e decorazioni architettoniche in stile storicizzante per edifici pubblici, fra cui la Banca nazionale e la nuova sinagoga a Zurigo, l'Ist. nazionale sviz. di assicurazione contro gli infortuni a Lucerna e la Banca cant. a Herisau. Dal 1933 al 1936 diresse i lavori di ripristino e restauro delle sculture architettoniche romaniche del Grossmünster di Zurigo. Per il medesimo edificio realizzò la cosiddetta porta di Zwingli (1935-39) e la cosiddetta porta della Bibbia (1944-50), in bronzo, in uno stile espressionista ispirato al linguaggio formale medievale. Nel 1955-56 eseguì lavori nella chiesa di S. Caterina ad Amburgo.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso Ist. sviz. di studi d'arte, Zurigo
  • DBAS, 765 sg.
  • R. H. Oehninger, Die Bibeltür am Grossmünster von Zürich, 2005
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 23.10.1885 ✝︎ 26.1.1965

Suggerimento di citazione

Oberli, Matthias: "Münch, Otto", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 21.01.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022542/2009-01-21/, consultato il 16.05.2021.