de fr it

GregorRabinovitch

Autoritratto; acquaforte realizzata nel 1918 (Staatsarchiv Zürich, Sammlung Eduard Feh).
Autoritratto; acquaforte realizzata nel 1918 (Staatsarchiv Zürich, Sammlung Eduard Feh).

13.8.1884 San Pietroburgo, 31.10.1958 Zurigo, isr., dal 1929 di Zurigo. Figlio di Idel e di Fanny Rubinstein. (1917) Stefanie Barbara von Bach, pittrice austriaca. Dopo la scuola superiore a Minsk, svolse una formazione artistica all'Acc. privata Anton Azbé a Monaco (1904), studiò architettura all'Acc. di belle arti di San Pietroburgo (1905-07) e seguì i corsi di Moritz Heymann presso la scuola privata di arti grafiche a Monaco (1907). Frequentò l'Univ. di Mosca, conseguendo il dottorato in diritto (1911). Artista indipendente a Parigi (1912-14), allo scoppio della guerra si trasferì a Ginevra e nel 1917 a Zurigo. Aderì alla sezione zurighese della Soc. pittori, scultori e architetti sviz. (1919). Dal 1922 fu caricaturista presso il Nebelspalter. Compì viaggi a Berlino, nel sud della Francia, in Italia e nei Balcani e nel 1935 in Unione Sovietica. Fu poi traduttore in campi di internamento (1939). Grafico d'arte impegnato e ritrattista ricercato, nelle sue opere rappresentò i problemi del suo tempo in modo realista e allegorico.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso ZBZ
  • DBAS, 844
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 13.8.1884 ✝︎ 31.10.1958

Suggerimento di citazione

Korazija, Eva: "Rabinovitch, Gregor", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 16.12.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022578/2011-12-16/, consultato il 26.10.2020.