de fr it

Johann JakobRöttinger

24.3.1817 Norimberga, 29.1.1877 Zurigo, rif., dal 1863 di Zurigo. Figlio di Konrad, maestro spillaio di Norimberga, e di Susanna Helena Zeitler. (1848) Verena Fehr, di Ossingen. Seguì una formazione di pittore su vetro a Norimberga, dove fu assistente di Franz Josef Sauterleute, pittore su vetro e porcellana. Dopo il 1840 entrò nella bottega zurighese del pittore su vetro Johann Andreas Hirnschrot, pure lui originario di Norimberga, che rilevò nel 1845 dopo la morte di quest'ultimo. Creò nuove vetrate in particolare per la cattedrale di Basilea, per il Grossmünster a Zurigo, per la chiesa di S. Lorenzo a San Gallo e per le chiese rif. di Ossingen, Utzenstorf, Wädenswil e Pieterlen. Le sue opere denotano l'influsso dei modelli figurativi, dai colori accesi, dell'atelier reale di pittura su vetro di Monaco di Baviera. In Svizzera fu attivo anche come restauratore di vetrate medievali.

Riferimenti bibliografici

  • APriv Röttinger, Zurigo
  • DBAS, 887 sg.
  • E.-M. Scheiwiller-Lorber, Gebrannte Glasmalereien in jeder Manier. Neue Glasmalkunst des 19. Jahrhunderts im Werk J. J. Röttingers, mem. lic. Zurigo, 2007
  • E.-M. Scheiwiller-Lorber, "...gemäss den Regeln und Gesetzen der Ästhetik und der christlichen Kunst...": Johann Jakob Röttinger: Ein Glasmalerpionier im Dienste des Historismus, 2014
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 24.3.1817 ✝︎ 29.1.1877