de fr it

OttoRoos

20.5.1887 Basilea, 24.11.1945 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Johannes, commerciante di sementi, e di Maria Rosina Haubensak. (1920) Rosalie Ackermann. Svolse una formazione e fu attivo quale scultore in legno a Basilea (1901-04); studiò poi alle scuole di arti applicate di Berlino e Basilea (1905-06). Gestore di un allevamento di cavalli in Canada (1906-07), tornò successivamente in Svizzera. Dal 1907 al 1909 prese lezioni private di pittura da Hermann Mayer. Ebbe rapporti di amicizia, tra l'altro, con Ernesto Schiess, Karl Dick, Hans Berger e Rudolf Maeglin. Dopo un soggiorno a Parigi grazie a una borsa di studio della Soc. basilese di belle arti (1909-10), risiedette a Basilea (dal 1910) e a Riehen (dal 1927). Accanto a dipinti a olio (paesaggi, autoritratti e studi di interni) e disegni, realizzò anche opere scultoree (busti, figure, rilievi e capitelli). Fu membro della commissione fed. delle belle arti (1936-41).

Riferimenti bibliografici

  • DBAS, 890 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 20.5.1887 ✝︎ 24.11.1945

Suggerimento di citazione

Bhattacharya, Tapan: "Roos, Otto", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 12.06.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022610/2009-06-12/, consultato il 25.10.2020.