de fr it

Johann(es) RobertSchürch

18.11.1895 Aarau, 14.5.1941 Ascona, di Rohrbach. Figlio di Johann, tipografo, e di una Anna. Celibe. Dopo l'apprendistato in uno studio grafico a Zurigo (1912-13), fu allievo nell'atelier di Ernst Otto Leuenberger. Attivo per l'agenzia pubblicitaria Metropol, realizzò manifesti per il circo Sidoli. Su consiglio di Ferdinand Hodler, nel 1916 a Ginevra frequentò per due mesi la scuola privata di Eugène Gilliard e la scuola di belle arti. Conobbe Kurt Sponagel, uomo d'affari e collezionista d'arte. Dopo un soggiorno a Firenze (1921-22), dove eseguì copie delle opere della galleria degli Uffizi, visse in condizioni umili con la madre a Locarno-Monti (fino al 1932) e poi a Minusio e Brione. Entrò in contatto con gli artisti del Monte Verità. Dal 1937 si stabilì ad Ascona con Erica Leutwyler, sua compagna. Fu autore di disegni acquerellati di piccolo formato, gouache, acquerelli e pochi dipinti a olio. Le sue opere, a volte caratterizzate da elementi pittorici cupi e grotteschi, si avvicinano nei motivi al tardo espressionismo.

Riferimenti bibliografici

  • DBAS, 951 sg.
  • Ignaz Epper, Fritz Pauli, Johannes R. Schürch, cat. mostra Emmenbrücke, 2009, 8 sg.
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.11.1895 ✝︎ 14.5.1941

Suggerimento di citazione

Bhattacharya, Tapan: "Schürch, Johann(es) Robert", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 22.08.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022638/2011-08-22/, consultato il 21.10.2020.