de fr it

EmilioStanzani

12.8.1906 Zurigo, 14.11.1977 Zurigo, catt., cittadino it., dal 1934 di Zurigo. Figlio di Camillo Emilio, muratore, e di Fortunata Planchel. (1929) Emma Fontana. Dopo un apprendistato di scultore con Otto Münch a Zurigo (1923-26), fu aiutante di Karl Geiser. Realizzò alcuni progetti premiati in concorsi, tra cui due rilievi per l'Esposizione nazionale di Zurigo (1939). Ebbe atelier a Zurigo, Carona e Parigi. L'amicizia con il mimo Marcel Marceau lo spinse a scolpire opere burlesche. I lavori della maturità sono caratterizzati da un astrattismo policromo, influenzato da correnti del tachisme e dall'amico Francis Bott. S. ottene la borsa fed. di belle arti (1940), il premio Conrad Ferdinand Meyer (1950) e il premio artistico della città di Zurigo (1968).

Riferimenti bibliografici

  • Lettere presso Ist. sviz. di studi d'arte, Zurigo
  • D. Larese, Künstlerbesuche, 1969
  • M. Gasser, A. Reinle, E. Stanzani, 1973
  • NZZ, 18.11.1977
  • E. Stanzani, scultore, cat. mostra Mendrisio, 1990
  • DBAS, 994 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 12.8.1906 ✝︎ 14.11.1977

Suggerimento di citazione

Freivogel, Thomas: "Stanzani, Emilio", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.10.2011(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022653/2011-10-10/, consultato il 01.12.2021.