de fr it

Franz CarlStauder

ca. 1660/64, 25.11.1714 Soletta, catt. Figlio di Johann Jacob, pittore e scultore. 1) Salomea Schmid; 2) Esther Kündig; 3) Maria Barbara Mathis. Probabilmente svolse un apprendistato presso il padre, che nel 1676 ca. si trasferì verosimilmente dalla Svizzera a Ochsenhausen (Alta Svevia). Attestato a Costanza dal 1686, S. prestò servizio mercenario, disertò e, all'inizio degli anni 1690-1700, si stabilì a Oberwil nel principato vescovile di Basilea. Nel 1691 fu attivo per il convento di Sankt Urban e nel santuario di Birnau sul lago di Costanza. Dal 1701 visse a Soletta. Soggiornò regolarmente a Salem e Überlingen. Realizzò tra l'altro la pala dell'altare maggiore della chiesa gesuita di Soletta (1703) e quelle dell'altare laterale della chiesa abbaziale di Rheinau (1709). Le pale realizzate da S. in Svizzera figurano tra le massime espressioni di questa forma d'arte attorno al 1700.

Riferimenti bibliografici

  • T. Onken, Der Konstanzer Barockmaler Jacob Carl Stauder, 1694-1756, 1972
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1660/64 ✝︎ 25.11.1714

Suggerimento di citazione

Bhattacharya, Tapan: "Stauder, Franz Carl", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 07.11.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022654/2012-11-07/, consultato il 01.08.2021.