de fr it

PierreWuilleret

prima del 1581 a Friburgo o Romont (FR), menz. l'ultima volta nel 1644 a Roma, catt., di Friburgo. Figlio di Adam, stagnaio, e di Anna Fracheboud. 1) (1614) Anna Künimann, figlia di Adam, pittore; 2) (ca. 1637) Catherine Veillard. Frequentò il collegio dei gesuiti di Friburgo (dal 1593) e si formò come pittore verosimilmente presso il futuro suocero. Forse compì un viaggio in Italia (1604-05). Realizzò una danza macabra nel convento francescano di Friburgo (1606-08), un retablo per il convento di La Maigrauge (1610), un dipinto per l'altare maggiore della chiesa di Nostra Signora a Friburgo (1613-16), due altari laterali per la chiesa gesuita di Friburgo (1622-24), una serie di dipinti sulla leggenda di S. Orso nel palazzo del Consiglio di Soletta (1623-27), disegni per otto incisioni su rame per l'abate di San Gallo (1630) e un dipinto sulla predicazione di Pietro Canisio per i gesuiti a Friburgo (1635). Dal 1616 fece parte della confraternita di S. Luca e del Consiglio dei Duecento di Friburgo, dal 1628 del patriziato cittadino (cittadinanza "segreta"). Fu influenzato dal manierismo.

Riferimenti bibliografici

  • V. Villiger, P. Wuilleret, 1993
Link
Altri link
SIKART
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ prima del 1581 Ultima menzione 1644