de fr it

Jakob JosefZelger

12.5.1812 Stans, 25.6.1885 Lucerna, catt., di Lucerna e Stans. Figlio di Franz Josef, capitano al servizio della Spagna, e di Maria Theresia Wamischer. 1) Josephine Christen; 2) (1851) Josephine, figlia di Josef Schumacher. Apprese i rudimenti del disegno da Johann Baptist Marzohl a Lucerna e nel 1830 si perfezionò a Ginevra con François Diday; fu compagno di studi di Alexandre Calame. Viaggiò in Belgio, Francia e Inghilterra. Alla fine del 1851 si stabilì a Lucerna e aprì un atelier nella casa Göldlin sull'Hirschenplatz, trasferito dal 1858 in una dépendance dell'Hôtel Schweizerhof. Impartiva pure lezioni e commerciava antichità. Fra i suoi clienti vi furono esponenti dell'alta borghesia e della nobiltà, fra cui la regina Vittoria d'Inghilterra (1868). Fu in contatto con la casa imperiale austriaca, come testimonia il suo quadro Rovine della Habsburg all'Hofburg a Vienna. Fu legato da amicizia a Richard Wagner. Fu fra i pittori che con opere di pregio artistico seppero trasmettere la realtà montana a turisti e concittadini agiati.

Riferimenti bibliografici

  • DBAS, 1161
  • F. Zelger, «Das Atelier im Grand Hotel», in Welt - Bild - Museum, a cura di A. Blühm, A. Ebert, 2011, 39-54
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 12.5.1812 ✝︎ 25.6.1885

Suggerimento di citazione

Zelger, Franz: "Zelger, Jakob Josef", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 05.02.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022706/2014-02-05/, consultato il 28.10.2020.