de fr it

Tauenstein

Fam. cittadina di Zurigo, che acquisì la cittadinanza zurighese nel 1552 con Hans, fabbro, ammesso lo stesso anno nella corporazione dei fabbri. Oltre alla fucina per la lavorazione del ferro e del rame situata lungo l'Hegibach a Hirslanden, i T. detennero la casa Zum steinernen Erker a Zurigo. Nel corso del XVIII sec. alcuni esponenti della fam. furono attivi anche come banchieri (tra l'altro in operazioni di cambio). Negli anni 1790-1800 i T. figurarono tra le cinque fam. di banchieri di Zurigo. Sui loro affari si hanno scarse informazioni; nel 1791 prestarono agli Stati del principato vescovile di Basilea 44'000 fiorini, che non recuperarono più. Furono inoltre attivi nel commercio di libri e articoli di cotone. Nel 1799 il negozio passò da Johann Heinrich (1748-1805) a suo genero Hans Conrad Cramer, che lo portò avanti fino alla sua morte nel 1841.

Riferimenti bibliografici

  • C. Keller-Escher, Promptuarium genealogicum, s.d. (ZBZ)
  • H. C. Peyer, Von Handel und Bank im alten Zürich, 1968
  • M. Jorio, Der Untergang des Fürstbistums Basel (1792-1815), 1982, 207-209