de fr it

Villars-Chesières

Villars-sur-Ollon

Stazione turistica nel com. di Ollon VD, distr. Aigle, anche detta Villars-sur-Ollon e formata dalle due antiche frazioni di Villars (1316: Plan-Villard) e Chesières (1290: Chisiery). Pop: (Villars) 14 fuochi nel 1404, 32 ab. nel 1764, 104 nel 1886, 189 nel 1900, 1503 nel 2009; (Chesières) 23 fuochi nel 1404, 108 ab. nel 1764, 220 nel 1900, 1529 nel 2009. Nel ME l'abbazia di Saint-Maurice vi sfruttava alcuni alpeggi; in entrambe le frazioni sono menz. delle cappelle. Durante il dominio bernese (1476-1798) le frazioni costituirono due delle dieci decanie superiori di Ollon, che fino al 1874 beneficiarono di una certa autonomia ma fallirono nel tentativo di separarsi da Ollon (1750 e 1821). Sul piano ecclesiastico, V. fece capo alle parrocchie di Ollon e Huémoz (1824-45, dal 1860), divenne autonoma nel 1947 (tempio nel 1961) e dal 2000 dipende dal com. parrocchiale di Ollon-Villars. La chiesa inglese risale al 1883, la cappella al 1888 e la chiesa catt. al 1955. Dal 1790 al 1818 a Chesières venne sfruttato un giacimento di sale. Una pensione fu aperta a Villars nel 1837, ma lo sviluppo turistico iniziò con l'apertura della strada Ollon-Chesières (1868) e della linea ferroviaria Bex-Villars (1901), poi prolungata fino a Chesières (1906-60) e Bretaye (1913). V. divenne una destinazione di lusso. Il Villars-Palace (1913) fu rilevato dal Club Méditerranée nel 1968. Dal 1970 sorsero "aparthotel" e chalet residenziali. La locale soc. di disco su ghiaccio risale al 1908 (campione sviz. nel 1963 e 1964), la costruzione della telecabina del Roc d'Orsay al 1959. All'inizio del XXI sec. V. ospitava scuole superiori private, tra cui l'Aiglon College (1949).

Riferimenti bibliografici

  • L. Bridel, «Promotion immobilière et développement touristique alpin», in RHV, 2006, 83-98
  • AA. VV., Ollon Villars, 2007
Scheda informativa
Variante/i
Villars-sur-Ollon