de fr it

WilliamEvard

20.8.1892 Bôle, 23.1.1973 La Chaux-de-Fonds, senza confessione, di Chézard-Saint-Martin. Figlio di Paul Edouard e di Rose Lina Schreyer. 1) Renée Hulmel; 2) Marie Emilie Comincioli. Falegname, dopo vari soggiorni prolungati all'estero, fra l'altro in Inghilterra e Francia, nel 1929 si trasferì a Losanna. Sul piano politico, fu attivo nella Federazione sviz. dei lavoratori edili e del legno (da cui fu espulso nel 1930), nell'opposizione sindacale rossa, nel Soccorso rosso intern. e nel partito comunista. Nel 1932 subì una condanna a 80 giorni di carcere e l'espulsione dal cant. per avere insultato i tutori dell'ordine. Nel 1946 uscì dal partito del lavoro. A La Chaux-de-Fonds pubblicò il Journal des Chômeurs (1933-35) e fu corrispondente di vari giornali comunisti; dopo il 1962 pubblicò il giornale maoista Octobre.

Riferimenti bibliografici

  • M. Perrenoud, Les relations entre socialistes et communistes dans le canton de Neuchâtel, mem. lic. Neuchâtel, 1981
  • B. Studer, Un parti sous influence, 1994
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 20.8.1892 ✝︎ 23.1.1973

Suggerimento di citazione

Studer, Brigitte: "Evard, William", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 09.11.2004(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022743/2004-11-09/, consultato il 03.12.2020.