de fr it

Breny

Fam. di Rapperswil (SG), con numerose ramificazioni fra il XV e il XX sec. Il primo esponente noto della fam. è Waelti Braeni (menz. 1416). Nel 1531 Hans, rif., diede inizio alla stirpe zurighese dei Bremi. Attivi nell'artigianato (artistico), oltre che come medici, ecclesiastici e politici - e fra il XVIII e il XIX sec. spec. come vasai - i membri della fam. esercitarono una notevole influenza sulla vita politica, economica e culturale di Rapperswil fra il XV e il XIX sec. Stimati fabbri e Consiglieri, nel XV sec. i B. possedevano alcuni palazzi sulla Schmiedgasse. Il momento di maggiore notorietà della fam. coincise con l'attività degli orafi Christoph (1607) e Johann (->), suo figlio. Michael Augustin, parroco di Lütisburg, creò nel 1758 una fondazione di fam. (la casa Breny è divenuta sede del museo regionale nel 1953). Josef Meinrad (->) fu un'importante figura politica del XIX sec.; nel sec. successivo la fam. non si è invece particolarmente distinta.

Riferimenti bibliografici

  • M. Schnellmann, Kunst und Handwerk im alten Rapperswil, 1929
  • MAS SG, 4, 1966

Suggerimento di citazione

Stadler, Alois: "Breny", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 18.12.2002(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022773/2002-12-18/, consultato il 15.06.2021.