de fr it

Högger

Fam. di San Gallo, città della quale Conrad acquisì la cittadinanza nel 1383, seguito poi da altri H. provenienti dalla campagna sangallese fino agli inizi del XVI sec. Numerosi membri della fam. furono artigiani (tessitori, mugnai, falegnami e calzolai) fino al XIX sec. Dalla fine del XVII sec. gli H. attivi nel commercio delle tele in lino passarono al settore bancario. La ditta Frères Hogguer & Cie svolse operazioni finanziarie di notevole importanza sotto la direzione di Marx Friedrich (->) e Daniel (1659-1731), che all'inizio del XVIII sec. appartennero per alcuni anni alla cerchia dei principali finanzieri della corte di Francia. Altri esponenti della fam. furono attivi sulla piazza finanziaria di Amsterdam, come Paul Ivan (1760-1816), pres. della Banca dei Paesi Bassi. Nel XVIII sec. alcuni H. fecero carriera militare, spec. al servizio della Francia o della Svezia. Tra i membri della fam. con una formazione univ. figurano per lo più ecclesiastici e alcuni medici (Sebastian, 1660-1731, prorettore dell'Univ. di Padova). A eccezione di Andreas Renatus (->), la fam. non annoverò artisti. Alcuni esponenti ricoprirono prestigiose cariche politiche all'estero: Johann Wilhelm (1755-1838) fu Consigliere di Stato in Russia e governatore della Curlandia, mentre Paul Ivan (1760-1816) divenne borgomastro di Amsterdam. A San Gallo invece gli H. rivestirono raramente importanti cariche pubbliche, a parte Daniel (->) che fu borgomastro. Nel XVIII e all'inizio del XIX sec. diversi H. furono elevati al rango nobiliare di barone per i servizi resi alla monarchia franc., russa e svedese e furono denominati de Hogguèr, Hoegguer de Bignan, de Bilaire, de Coppet, de Presle, von Thurberg. Tra i numerosi ceppi della fam. attestati, le linee discendenti da Caspar (1528) e da Sebastian, risp. da suo figlio Nicolaus (1539), furono le più durevoli. A quest'ultimo ramo fanno capo tutti gli H. che si distinsero all'estero: quasi tutti conservarono la cittadinanza di San Gallo.

Riferimenti bibliografici

  • APriv presso ACit San Gallo
  • J. D. W. Hartmann, Die Bürgergeschlechter der Stadt St. Gallen, ms., s.d. (presso KBSG)
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 7, 228-231, 771-775; 9, 48-163
  • H. Lüthy, La banque protestante en France, 1, 1959, 169-187