de fr it

Hör

Fam. del patriziato cittadino di San Gallo, menz. la prima volta nel 1350 ed estintasi all'inizio del XVII sec. Hans fu controllore delle imposte (dal 1376), borgomastro (1380) e inviato a Norimberga nel 1387 in occasione della conferma della grande Lega cittadina da parte dell'imperatore Venceslao. Dal 1386 la fam. detenne il baliaggio di Andwil (SG). I fratelli Kaspar, Hans Ulrich, Otmar e Konrad (->), che commerciavano tela a Breslavia, Vienna e Norimberga, ricevettero il blasone dall'imperatore Sigismondo (1431). Konrad fu anche un importante borgomastro di San Gallo e suo figlio Konrad maestro di zecca (1468). Clemens (1533) fu cappellano presso la chiesa parrocchiale di S. Lorenzo a San Gallo e dopo la Riforma divenne forse maestro di scuola. Il figlio, suo omonimo (1572), fu pastore a Trogen (1553) e Arbon (1563), compositore, matematico e astronomo.

Riferimenti bibliografici

  • J. D. W. Hartmann, Zur Geschichte der stadt-sankt-gallischen Bürgergeschlechter, ms., s.d. (presso KBSG)
  • H. C. Peyer, Leinwandgewerbe und Fernhandel der Stadt St. Gallen von den Anfängen bis 1520, 2, 1959, 39 sg.
  • S. Sonderegger, Landwirtschaftliche Entwicklung in der spätmittelalterlichen Nordostschweiz, 1994, 151 sg.