de fr it

Ledergerw

Fam. del Fürstenland sangallese, i cui membri sono attestati come cittadini di Wil dal 1308. Mercenari al servizio del principe abate, i L. divennero una delle più influenti fam. del patriziato cittadino di Wil. Dal XVI al XVIII sec. furono balivi imperiali, balivi, Ammänner e amministratori di baliaggio nel principato abbaziale e nel Toggenburgo. Detennero importanti cariche anche a Wil, dove Heinrich nel 1411 fu il primo scoltetto della fam. Hans (1589) fu scoltetto, membro del Piccolo Consiglio e imprenditore militare; il figlio omonimo, assassinato il 9.11.1621 in quanto simbolo della tirannia del principe abate, fu capitano del servizio straniero, membro del Piccolo Consiglio e Ammann di Sankt Johann. Tra i numerosi ecclesiastici della fam. si distinsero Benedikt (1744), abate di Rheinau, Anna (1755), badessa del convento di Paradies a Sciaffusa, e Fintan (1744), decano dell'abbazia di San Gallo. Fino a XIX sec. inoltrato i L. ebbero ufficiali, talvolta di alto rango, nel servizio straniero. La fam. si estinse nel XIX sec.

Riferimenti bibliografici

  • K. Steiger, Ein politischer Mord im Toggenburg, 1933, 29
  • B. Z'Graggen, Tyrannenmord im Toggenburg, 1999, 119-131