de fr it

Schlumpf

Fam. originaria di Herisau, che ottenne la cittadinanza di San Gallo nel 1386. Dapprima cestai, gli S. migliorarono la loro posizione sociale grazie al commercio di tele di lino. Furono membri delle corporazioni dei tessitori e dei sarti e un ramo della fam. appartenne temporaneamente alla Soc. Notenstein. Possedettero filiali commerciali a Norimberga (1473-1638) e Lione (probabilmente dal XVII sec.). In epoca moderna gli esponenti benestanti della fam. rivestirono spesso cariche politiche: la fam. annoverò così tra gli altri cinque borgomastri (Ambrosius, ->; Ambrosius, ->; Caspar, ->; Caspar, ->; Heinrich, ->), otto Ammänner della città di San Gallo e numerosi luogotenenti di giustizia e membri del Consiglio. Nel 1598 l'imperatore Rodolfo II conferì l'attestato araldico a Rupprecht, membro di un ramo degli S. emigrato nel XVI sec. a Norimberga. In Francia, dove singoli membri furono attivi come banchieri, la fam. si chiamò Sellonf.

Riferimenti bibliografici

  • J. D. W. Hartmann, Zur Geschichte der stadt-sankt-gallischen Bürgergeschlechter, ms., s.d. (presso KBSG)
  • H. C. Peyer, Leinwandgewerbe und Fernhandel der Stadt St. Gallen von den Anfängen bis 1520, 2, 1960, 46
  • H. Lüthy, La banque protestante en France, 2, 1961, spec. 450 sg.