de fr it

Gibelin

Antica fam. di Soletta. Hans, capomastro originario di Prismell (oggi Alagna, Piemonte), ottenne la cittadinanza di Soletta nel 1498. Conrad e Daniel, figli di quest'ultimo, furono i capostipiti di due rami della fam., i cui esponenti non ascesero però alle più alte cariche cittadine, ma fecero parte del patriziato di rango inferiore (solo cinque membri del Vecchio Consiglio dal 1680 al 1720, numerosi balivi). Ciò fu dovuto non da ultimo alle loro frequenti assenze a causa del servizio mercenario a favore della Francia e del Piemonte (nel 1643 re Luigi XIII conferì il diploma di nobiltà a Daniel). Nel XVIII sec. la fam., che contava ormai pochi esponenti di sesso maschile, perse importanza. Al pari di altre fam., i G. costituirono un'importante biblioteca privata. Margaritha Franziska (1787-1868) fondò e diresse la scuola per i poveri di G. La fam. si estinse con August (1818-1881).

Riferimenti bibliografici

  • J. Kälin, «Woher stammen die Gibelin?», in JbSolG, 1, 1928, 255-259
  • SolGesch., 2-3
  • C. Studer, Solothurner Patrizierhäuser, 1981, 46, 67
Scheda informativa
Variante/i
von Gibelin